2 - Il secondo passo: riequilibrare il corpo

Spesso si avverte il mal di schiena in una particolare zona del corpo, anche se non si soffre di nessun problema specifico. Questa situazione si verifica molto spesso, probabilmente dovuta ad uno squilibrio muscolo-scheletrico che provoca dolore, o direttamente nella zona interessata, o indirettamente in un’altra parte del corpo.

Secondo lo yoga, per eliminare un determinato problema bisogna riequilibrare non solo la zona in cui questo si manifesta ma tutto il corpo. Infatti, un problema potrebbe manifestarsi in una determinata area ma la causa principale potrebbe trovarsi in un’altra zona.

Perciò è importante, non focalizzarsi solamente dove c’è dolore, ma cercare di riequilibrare tutte le parti del corpo che possono provocare, in un modo o nell’altro, il mal di schiena.

In questo programma, troverai delle video-lezioni suddivise per zone specifiche che, se praticate con costanza, ti permetteranno di riequilibrare le principali zone i cui squilibri solitamente sono la causa dei dolori.

Il programma AddioMaldischiena è stato pensato nel seguente modo:

  • 5 giorni alla settimana di pratica, per circa 1 ora al giorno. Ogni video-lezione ha un focus su una zona del corpo differente.
  • 1 giorno di pratica rilassante, di circa 30 minuti
  • 1 giorno di riposo totale

Se seguirai il programma con costanza, nel giro di poco tempo, gli squilibri che interessano la schiena scompariranno e con loro anche il mal di schiena.

So bene però come, a volte, ritagliarsi 1 orai ogni giorno non sia una cosa facile perciò, se non riesci a trovare questo tempo, puoi anche diluire il programma in 2 settimane (una lezione ogni 3 giorni) oppure in 3 settimane (una lezione ogni 5 giorni).

Naturalmente, più pratichi e più la tua schiena sarà in forma.

La seguente video lezione è tratta dal sesto modulo, nel quale ci focalizziamo sulla zona lombare.

Questa è solo una delle 6 video lezioni che troverai nel corso.

Per iscriverti o per saperne di più su AddioMaldisciena, visita la pagina informativa (CLICCA QUI).


Discussione

0 commenti